Il visto di conformità: la responsabilità del professionista e la scelta dell’outsourcing

Il visto di conformità, noto anche come visto leggero, è stato introdotto dal D.Lgs. n. 241/1997 ed è volto a contrastare la compensazione di crediti inesistenti, nonché a semplificare le procedure di rimborso IVA.

Rappresenta uno strumento di verifica della corretta applicazione delle norme tributarie da parte dei Consulenti del Lavoro e degli altri professionisti e intermediari abilitati. Tali soggetti, per apporre legittimamente il visto di conformità, sono tenuti ad inviare all’Agenzia delle Entrate i dati e i documenti richiesti dall’art. 21 del D.M. 31.05.1999 n. 164.

Di seguito approfondiamo la triplice responsabilità a carico del professionista certificatore per l’apposizione del visto di conformità:

Leggi l'articolo completo su:

https://www.lavorofisco.it/il-visto-di-conformita-la-responsabilita-del-professionista-e-la-scelta-dello-outsourcing.html